Vai al contenuto principale
Discover

Tutto su Movember: salute e benessere dell’uomo oggi

Tutto su Movember: salute e benessere dell’uomo oggi
Sabrina La Monica
Scrittrice ed Esperta17 giorni fa
Visualizza il profilo di Sabrina La Monica

Avete mai sentito parlare di Movember? November in inglese indica il mese di novembre, ma negli ultimi anni questo mese ha assunto un nuovo volto diventando Movember, un mese dedicato interamente alla prevenzione di alcune patologie maschili, come il cancro alla prostata e altre patologie fisiche e mentali. Oggi vogliamo parlare di questa iniziativa e l'importanza del benessere sessuale di chi soffre di queste patologie.

Cos' è movember?

L'idea nasce in Australia nel 2003 ma si è ormai diffusa in tutto il mondo, creando un movimento di oltre 5 milioni di sostenitori in tutto il mondo, finanziando più di 1,200 progetti innovativi per la salute degli uomini in più di 20 paesi. La parola nasce dall'unione della parola in inglese "moustache", baffi in italiano, e November, novembre. Perché vi chiederete? Il baffo diventa in questa campagna simbolo della salute maschile e per partecipare alla campagna il 1 di novembre ci si rasa i baffi e si fanno crescere durante tutto il mese. Ovviamente anche le donne possono partecipare a questo evento, condividendo il messaggio e aiutando così la ricerca e la prevenzione. Non si tratta quindi solamente di una moda in cui si sfoggiano baffi e barba ma è molto di più, si tratta di un movimento che vuole sensibilizzare la popolazione mondiale e portare a un cambiamento investendo nella ricerca e sottolineando l'importanza della salute fisica e mentale dell'uomo che soffre di patologie.

Una delle patologie che colpiscono maggiormente l'uomo è il tumore alla prostata. Questa malattia si manifesta quando le cellule prostatiche si riproducono troppo velocemente e creano una forma tumorale. Con fattori di rischio come l'età, storia familiare, etnia, il tumore alla prostata può presentarsi in diversi stadi e può portare a differenti opzioni terapeutiche. Quello che spesso non viene detto è che questo tipo di malattia, come anche il tumore ai testicoli, ha un impatto psicologico forte nella vita dell'uomo, soprattutto se riportano dei cambiamenti nelle funzioni sessuali e urinarie. Volete saperne di più? Scopriamolo insieme.

La vita sessuale nella malattia

Sappiamo come affrontare una malattia possa portare varie conseguenze sulla nostra vita privata di cui non tutti sono a conoscenza, per questo motivo Movember ci aiuta a sensibilizzare sull'argomento e a diffondere la necessità di fare ricerca per prevenire questi mali e curarli al meglio.

Gli effetti collaterali che il tumore alla prostata o ai testicoli possono provocare riguardano maggiormente funzioni sessuali. Infatti, l'effetto indesiderato più comune è la disfunzione erettile, ossia la difficoltà nel raggiungere o nel mantenere l'erezione. Diventa fondamentale in questo caso coinvolgere il proprio o la propria partner in questo percorso, parlare apertamente con l'altro per discutere le varie opzioni terapeutiche o i farmaci da assumere per rimediare a questo problema. Mai come in questa occasione, la comunicazione e la condivisione possono davvero aiutare ad affrontare meglio questo percorso e riuscire a vivere la sfera sessuale della propria vita al meglio.

Se invece avete subito un intervento alla prostata, la ripresa della vita sessuale è più lenta ma assolutamente possibile! A seconda del tipo di intervento e della storia del paziente, ci si potrà riprendere dai 12 ai 24 mesi successivi all'operazione. È fondamentale ricominciare a instaurare un'intesa sessuale con il proprio partner se siete in coppia, o con se stessi se siete single. Potreste provare ad assumere farmaci orali che favoriscano l'erezione, e se questi non funzionano potrete rivolgervi al medico per farmaci o terapie ulteriormente stimolanti. Dopo questo tipo di intervento è infatti molto importante esercitare nuovamente il vostro organo maschile, in quanto è stato dimostrato che le erezioni aiutano l'ossigenazione del tessuto e favoriscono la cicatrizzazione.

Non rinunciate al sesso e al vostro benessere psicofisico, consultate un medico e troverete la giusta soluzione!

Prevenzione e esercizi

Ci sono stati molti studi e ricerche che hanno recentemente dimostrato come l'attività fisica, praticata regolarmente, possa davvero essere un alleato nella prevenzione del cancro alla prostata, disfunzione erettile e iperplasia prostatica benigna. Quindi, cari uomini, questo Movember è tempo di muoversi!

Ricordate sempre di scegliere un'attività fisica che vi piaccia, iniziando settimana dopo settimana a creare l'abitudine di dedicare del tempo allo sport e a voi stessi. Ecco alcuni esercizi che sono particolarmente indicati per la prostata:

  • Ballo;
  • Camminare a passo svelto (Brisk walking);
  • Corsa lenta (jogging);
  • Giardinaggio;
  • Yoga;
  • Sport di squadra.

Attenzione! Ci sono alcune attività fisiche che potrebbero però essere controproducenti, come il ciclismo o equitazione. A causa degli urti e contraccolpi che possono provocare sarebbe meglio evitarli.

Speriamo che i nostri consigli vi siano d'aiuto, buon Movember a tutti/e!

Sabrina La Monica
Scrittrice ed Esperta
Visualizza il profilo di Sabrina La Monica
Super appassionata del mondo beauty, da anni sono sempre alla ricerca di prodotti nuovi per rinnovare la mia skincare routine, migliorare il benessere dei miei capelli ed esprimere me stessa creando look make up personalizzati unici! Sono convinta che prendersi cura di se stessi ci aiuti a tirare fuori la bellezza naturale che custodiamo dentro nell’armonia con se stessi e il nostro pianeta, per questo cerco sempre soluzioni accessibili a tutti ed esclusivamente eco-friendly! Lavorando con i brand LOOKFANTASTIC, ho avuto l’opportunità di ampliare le mie conoscenze e di scoprire tutte le news del mondo beauty e sono pronta a condividerle solo con voi! Cosa aspettate? Unitevi a me nella ricerca del sacro graal dei prodotti beauty sul blog lookfantastic.it!
lfint