I migliori brand...
Approfondimenti

Omorovicza: una storia di amore e di scienza

Omorovicza: una storia di amore e di scienza

Per festeggiare la festa della mamma, abbiamo deciso di rivolgerci ad una delle donne e mamme più affermate, simbolo del potere femminile, nel mondo del beauty. Stiamo parlando della fondatrice di uno dei più grandi marchi di bellezza al mondo, Omorovicza.

Abbiamo avuto l’onore di intervistarla, scorpi quali sono i segreti di questo successo

1.La storia di Omorovicza ha le sue radici nella scienza e nel patrimonio storico della città di Budapest. Può dirci un po’ di più a riguardo di questi due pilastri del brand?

Il mix di scienza e storia potrebbe quasi sembrare un paradosso, tuttavia questi elementi sono entrambi fondamentali per Omorovicza. L’eredità culturale del brand non risiede solamente nella cultura dell’azienda di famiglia di mio marito Stephen, che si basa da più di cento anni sul magico potere delle acque curative di Budapest (così tanto da acquistare la più antica sorgente d’acqua della città, che risale al 1800), ma anche nella continua ricerca che Stephen ed io abbiamo dedicato allo studio dei benefici che questa acqua ha sul nostro corpo. Potete chiedere a qualunche ungherese e notare  il suo totale rispetto per questo tesoro della natura. La scienza ha svolto un ruolo fondamentale  per noi nel ricreare ( se non addirittura potenziare) i benefici che questa acqua curativa ha per la cura della pelle.

Tuttavia, la complessità e la dimensione dei composti minerali di cui dell’acqua curativa è formata,  non permettono di penetrare la pelle in profondità. Per questo motivo, abbiamo deciso di lavorare con il Vincitore del Premio Nobel per Dermatologia e brevettare un processo per trasformare la composizione cellulare dei minerali ed altri elementi essenziali in modo tale da penetrare la pelle nel profondo e rivelare i suoi benefici più potenti.

 

Io e Stephen crediamo che per non esiste innovazione senza passato. Infatti, amo la citazione di Steve Job’s che dice:

” Non puoi connettere i punti solo guardando in avanti ma anche facendo attenzione a ciò che ti sta dietro. In tal modo, puoi essere sicuro che i punti si congiungeranno in futuro”

2. Essere la madre di 4 bambini ed il top executive di un brand così famoso sembra essere esilarante ed impegnativo. Come ti destreggi tra questi due ruoli?

Questa è probabilmente la sfida più grande da affrontare, e non ho ancora ben capito come fare… Penso che qualunque genitore sarà d’accordo con me nell’affermare che niente e nessuno può sostituire il tempo che passi con i tuoi figli e spesso non si ha il lusso di poter dedicare il tempo e le attenzioni necessarie ai figli ed al lavoro, allo stesso modo. Questo mi spinge a cercare di avere un impatto positivo  sia a casa con i miei figli,  che al lavoro. Penso che noi donne, abbiamo la tendenza a cercare di rendere le cose perfette, ad essere perfette (anche nel mondo della bellezza). Quello che sto cercando di raggiungere al momento è dare il meglio di me ai miei figli ed al mio lavoro. Senza dubbio, voglio eccedere le aspettative che io ho di me stessa e che gli altri hanno di me, ma al momento mi sto concentrando nel capire cosa è possibile fare e, soprattutto, cosa invece non lo è.

3. Quale è stato il prodotto che ha richiesto più tempo per essere realizzato ed introdotto nel mercato, e perchè?

Che incredibile domanda! Ce ne sono stati abbastanza, devo ammettere. Un esempio recente è il nostro nuovo prodotto Firming Neck Cream, lanciato nel mercato questa primavera. Abbiamo lavorato a questo prodotto per anni, è il prodotto più richiesto dai nostri clienti. I motivi per cui ha richiesto molto tempo sono molteplici. Prima di tutto, non eravamo 100% convinti che un prodotto per il collo fosse necessario. Io e Stephen, insieme a molti altri client di Omorovicza pensavamo che bastasse investire in una crema viso molto efficace e poi applicarla anche al collo. Tuttavia, l’avanzare del tempo e un po’ di studi hanno corretto questa nostra idea. Adesso so perchè si ha bisogno di un prodotto specific per il collo (la natura della pelle nel collo è diversa da quella del viso, per spessore, assenza di ghiandole sebacee etc) e, personalmente, vedo capisco di aver bisogno di questa crema adesso che sono nei miei 40 anni. Sarebbe stato ancora meglio se avessi iniziato ad usarla quando di anni ne avevo 30!

4. Quali difficoltà hai riscontrato nel momento del lancio del brand? Qualche aneddoto divertente/ interessanti?

Parecchi.. anche se da subito abbiamo appuntato delle note o citazioni al muro, a cui facciamo riferiemento ancora oggi. Una delle nostre preferite  quella Calvin Coolidge riguardo la perseveranza:

“Nulla a questo mondo può sostituire la perseveranza. Non lo può fare il talento, nulla è più comune di un uomo senza successo ma con talento. Non lo può fare il genio, un genio non riconosciuto è quasi un modo di dire. Non lo può fare l’educazione, il mondo è pieno di derelitti educati. Persistenza e determinazione sono, invece,  onnipotenti. Lo slogan Va avanti! ha risolto e sempre risolverà i problemi della razza umana”.

5. Quali sono i suoi prodotti ed ingredienti preferiti?

Siamo costantemente alla ricerca di nuovi prodotti ed ingredient e sono lieta di annunciare che nuovi prodotti verranno introdotti nei prossimi due anni. Nella nostra linea di prodotti attuali, amo il Moor Cream Cleanser ed il Miracle Facial Oil.  Il fango che utilizziamo nei nostril prodotti è abbastanza peculiar perchè proviene dal più grande lago termale d’Europa e contiene i minerali e nutrient migliori e più efficaci. Funzione come niente altro che io abbia mai provato.

6. Quale è il consiglio che darebbe a chi è intenzionato a sviluppare un proprio brand? 

Persistenza, rimani coerente alla tua vision ed idea ma allo stesso tempo, non aver paura di doverla modificare nel corso del tempo. Inoltre, consiglio di far affidamento a quacuno di affidabile ed esperto in ambito finanziarioil prima possibile, così da essere in grado di aprire canali di vendita e sviluppare nuovi prodotti.

7. Quale donna nell’industria del beauty l’ha inspirata?

Ci sono moltissime fantiastiche donne nell’industria dei prodotti di bellezza, ma sono totalmente devote a Estee Lauder e Helena Rubenstein. Tutti i giorni noto qualcosa nell’industria beauty che sembra essere direttamente ispirata da queste due incredibili donne.

8. Potrebbe rivelarci qualche dettaglio della collaborazione con Lookfantastic e quali sono i benefici nel lavorare con un rivenditore di natura così internazionale, soprattutto dal momento che è presente solo online?

Penso sia chiaro sia ai consumatori che ai brand che il mondo del retail sta cambiando velocemente. Quello che io e Stephen amiamo di Lookfantastic  è il loro dinamismo..sono il futuro. Capiscono il mondo del beauty ed hanno gli strumenti necessari per educare ed aggiornare i consumatori a riguardo le ultime novità e trends.

    

 



Costanza

Costanza

Scrittore ed esperto

Da sempre innamorata del mondo della moda e della bellezza, le mie mattine iniziano in compagnia dei miei magazine preferiti, in particolare Vogue e Vanity Fair. Nel tempo libero, adoro trascorrere intere giornate ascoltando musica e prendedomi cura della mia persona, facendo attenzione nella scelta di prodotti innovativi e di alta qualità. Amo inoltre sperimentare nuovi tipi di cucina e provare i ristoranti in voga al momento.